'L nos paes - Unitretirano

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Tappe significative > 'L Nos Paes - Dante Tozzi

`L NOS PAES
di Giancarlo Bettini

Il rosso treno del Bernina a pochi chilometri dal confine elvetico, per portarsi in quota, disegna un cerchio. Una fantasiosa mente ha progettato per Brusio questo splendido viadotto. Un valido architetto, nei pressi di quell'opera ferroviaria, ha realizzato una villa oggi abitata da Remigio Nussio, uomo maturo, conosciuto nella valle di Poschiavo anche per la sua passione per la musica.

Remigio é amico dei valtellinesi e mio. Sulle prime salite della strada che da Tirano porta a Baruffini, una casa con più appartamenti ospita un altro uomo maturo, un insegnante in pensione, Dante Tozzi, conosciuto nella nostra Tirano per una vita di lavoro e per una passione diversa da quella di Remigio. Dante si é dedicato alla poesia portata su carta nel dialetto dei nostri avi.

Così, dopo una lezione tenuta da Dante Tozzi con Nussio Remigio presente, davanti ad una bottiglia di buon vino, ha avuto origine il prodotto che presentiamo per la Pasqua '98. E' una cassetta di media durata, "fatta in casa" con le poesie di Dante superbamente recitate da Paola Giudes Cattaneo. Poesie intercalate con musiche di Nussio Remigio. Sono poesie da ascoltare ad occhi chiusi sul divano di casa, accanto a figli e nipoti, nel giorno della S.Pasqua. E' una "resurrezione" dello spirito che consiglio a coloro che, come me, da tempo hanno lasciato la verde età, con la neve sui capelli e tanti ricordi. Grazie Dante, grazie Remigio, grazie Paola. A voi tutti, tutti i tiranesi una "Buona Pasqua".

Dante Tozzi: Autore dei testi poetici, scritti nel dialetto tiranese che costituisce il fondamento della sua cultura (anche se è nato ad Ardenno - SO nel 1918), già direttore didattico a Chiavenna, a Morbegno e a Tirano, è un appassionato di viaggi, di fotografia, della montagna, dell'osservazione delle stelle. Le poesie registrate - la prima parte descrittiva, la seconda sui vari momenti della vita - evidenziano, accanto alla nitidezza delle immagini e alla profondità dei sentimenti e dei ricordi, il rigore e la misura di una cultura classica nutrita e corroborata dalla forza espressiva della vita vissuta con intensità.

Remigio Nussio: Compositore e musicista per una forte passione, che risale agli anni della sua infanzia (è nato a Brusio - Svizzera nel 1919), pur in una intensa attività di ufficiale postale e agente di banca non tralascia mai gli studi musicali, il canto e la composizione. Nella sua musica per piano, organo, fiati (ha composto anche per orchestra, cori, banda) si sente l’amore per la natura, la ricerca di senso e un afflato religioso per le piccole e le grandi vicende della vita, la "forza" della melodia e del contrappunto, e, nel contempo, la "dolcezza" dell'armonia, che, fondendosi in un unicum, testimoniano la sua eccezionale sensibilità. (Carla Soltoggio Moretta)

Parte 1ª                                               Parte 2ª

'L nos paes                                            Raisina `nnamurada
'S turna a cà                                                            L'altalena
Li campani de S. Martin                               Prim dì de scöla
Runcaöla                                                          La napina rusa
Trivign                                                                       Emigrant
`L pesciatin                                                        L'otra spunda
val Grusina                                                                   Autünn
Nocc senza lüna                                           `N ciuch al prega



Parte 1 - Intervalli musicali di Remigio Nussio: Racconto una storia, Sogna con la luna, Morire (al piano Ulrike Payer)
Parte 2 - Intervalli musicali di Remigio Nussio: La finestra (al violino N. Alder, al piano L Schaffner)- Baldanza (all'organo W. Sieber) - Serenata (alla fisarmonica R. Nussio, al flauto traverso G. Bongiascia)

 
Torna ai contenuti | Torna al menu